Il mondo nello zaino

Il mondo nello zaino

IL MONDO NELLO ZAINO
Istantanee di un viaggiatore
di Stefano Politi Markovina
183 pagine
versione scaricabile
(PDF, EPUB)

Vent’anni di viaggi in giro per il mondo raccontati nel mio primo libro: dalla cima di un vulcano attivo indonesiano alle infinite gelide lande della Patagonia, dai campi di sterminio in Cambogia alle dune rosseggianti del deserto del Namib, dai moai di Rapa Nui al requiem del lago d’Aral fino alle futuristiche città di Dubai e Hong Kong.
Nelle pagine del libro, acquistabile in versione PDF o EPUB, emergono istantanee dei luoghi che ho visitato, stralci di emozioni vissute e di strade percorse da solo o in compagnia in vent’anni di viaggi in giro per il mondo.

RECENSIONE (di Amleto De Silva)

A noi ci ha rovinato Chatwin, potrebbero e dovrebbero dire tutti i viaggiatori, ma soprattutto quelli che i viaggi hanno intenzione di raccontarli agli altri. Certo, non Chatwin in quanto autore, ma sicuramente Chatwin come moda. Per questo siamo grati a Stefano Politi Markovina per aver citato, nel suo libro, Chatwin solo una volta, e neanche a sproposito.

Il mondo nello zaino è un libro di una semplicità devastante, di una freschezza sorprendente. Dal 1992 al 2007, infatti (particolare delizioso forse non abbastanza sottolineato, ma le istantanee sono così, non raccontano una singola storia, ma tante, lasciando a te il compito di unirle) vediamo l’autore prima in compagnia di un walkman, poi di un minidisc e, immaginiamo, alla fine con un ipod. Non a caso il sottotitolo, Istantanee di un viaggiatore, è molto più efficace del titolo stesso per descrivere l’opera. E’ esattamente come trovare una vecchia scatola da scarpe con dentro una trentina di Polaroid disposte in ordine temporale secondo la tecnologia fotografica: da quelle in bianco e nero fino a quelle a colori. E come nelle Polaroid non si sceglie tra una serie di scatti, semplicemente si viaggia e si racconta l’emozione, e il concetto che vince è che è buona la prima. Dalla Nuova Zelanda a Torino, dal Tibet a Sarajevo, dall’Uzbekistan fino ad Hanga Roa, leggiamo con piacere queste istantanee leggere senza annoiarci mai.

E il rischio, nei libri di viaggi, c’è sempre, se, come dice Betty White a proposito degli album di foto su Facebook, una volta essere costretti a guardare le foto delle vacanze altrui era una punizione. Rischio che l’autore scansa, per sua e per nostra fortuna, proprio per quel suo sguardo sempre entusiasta, aperto e incantato.

Potete acquistare il libro scegliendo la versione preferita (PDF o EPUB) pagando con Paypal, tramite server sicuro.

Commenti

commenti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>