Cerca nel sito

chi sono

stefano politi markovina

Benvenuti nel sito personale di Stefano, web designer, fotografo freelancer per celebri agenzie fotografiche internazionali quali ALAMY e GETTY IMAGES, organizzatore di workshop fotografici a Barcellona ma soprattutto viaggiatore. Fin dal 2000 BACKPACKER.it ospita i racconti, le emozioni, i ricordi e le immagini dei suoi viaggi in una sessantina di paesi del nostro pianeta, oltre ad una sezione dedicata alla narrativa e agli articoli di viaggio, una guida ai siti utili per organizzare al meglio un viaggio con lo spirito da backpacker e tutto ciò che può incantare un viaggiatore con zaino in spalla. Buona navigazione!

Chi è Stefano

aforismi sul viaggiare

La strada del ritorno ha sempre qualcosa di malinconico. Una leggera tristezza.
-Banana Yoshimoto

Pannello utente

statistiche


GUIDE TURISTICHE

Guide turistiche

Tra i viaggiatori indipendenti le Lonely Planet, grazie alla sua vasta gamma di guide su paesi e città di tutto il mondo, si sono guadagnate notevole fama da anni e spesso al momento di organizzare un viaggio la scelta di acquisto di una guida turistica ricade proprio su una Lonely Planet o comunque su una loro traduzione in italiano ad opera della EDT.

Anni di viaggi e di guide Lonely Planet acquistate o consultate mi hanno fatto capire che le LP si rivelano essere sempre più imprecise e mediocri nei contenuti e nelle informazioni fornite e per nulla all’altezza della loro fama conquistata con gli anni. Ormai le Lonely Planet, forti della loro nomea nel mondo, sono diventate una collana di guide turistiche rivolte sempre più ad allargare gli orizzonti del business rivlgendosi non più ai soli backpackers ma anche ai turisti di ogni tipo.
Oggi il catalogo della LP offre guide ai ristoranti delle principli città del mondo, libri illustrati, agende, calendari e altre mercanzie.

I fattori che hanno contribuito negli ultimi anni a sminuire la popolarità delle guide LP sono essenzialmente due: il singolo autore che ha redatto la guida e la sua nazionalità. L’edizione di Parigi redatta da un americano qualche anno fa, ad esempio, presentava commenti e visioni al limite del ridicolo, se letti da un viaggiatore europeo!

Emblematicamente vergognosa una vecchia edizione LP sul Vietnam (2004) dove l’autore consigliava, a pag. 569 l’ebrezza di provare a sparare con i fucili mitragliatori per assaporare un’emozione unica. Un suggerimento davvero di pessimo gusto!

Dalla LP del VietNam (2004)Al momento di scegliere la guida turistica da utilizzare per il viaggio cercate di sfogliarla in libreria e leggerla qua e la per vedere se ci sono informazioni esaurienti, piantine cittadine, di siti archeologici o musei e controllate anche che ci siano buone descrizioni dei luoghi che intendete visitare.

A mio avviso le guide da viaggio più accurate e aggiornate esistenti anche a livello di informazioni politiche e storiche sono le britanniche Footprint.
Pur tradotte anche in italiano, la gamma di titoli offerti per paesi (e città o singole regioni) non è, per il momento, così vasta come quella della Lonely Planet.

Altrettanto valide anche le Rough Guides, disponibili anche in italiano.

Segnala o condividi questo articolo