Venezia – Istanbul e ritorno

Home Forum Destinazioni Europa Venezia – Istanbul e ritorno

Questo argomento contiene 6 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  mario 1 anno, 12 mesi fa.

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #13523

    Chris
    Partecipante

    Quest’estate avevo sognato questo viaggio! Purtroppo c’ho pensato troppo tardi e non avevo piu’ tempo per organizzarlo, ma l’idea era di partire da casa mia zaino in spalla andare in stazione e partire per Zagabria e poi sempre con treni o autobus attraversare i balcani passando per Belgrado magari Sarajevo, Sofia e finalmente Istanbul fermandomi il piu possibile in ogni stato…il ritorno via mare passando prima per qualche isola greca e poi in traghetto tornare a Venezia…ci provero’ tra un anno, i costi sarebbero anche abbastanza contenuti, i miei dubbi non sono tanto sulla possibilita’ di fare un viaggio del genere ma piuttosto se avrebbe senso fare un viaggio in cui si vede cosi’ tanto ma allo stesso tempo cosi’ poco di ogni paese…ci vorrebbero almeno 2 mesi ma chissa’ cosa staro’ facendo tra un anno e dove saro’…

    #16965

    ildottorgonzo1979
    Partecipante

    Ciao!
    Ti scrivo per dirti che ho fatto quel tragitto nell’estate 2004: dalle marche ad Istambul via terra (in treno), via trieste-Ljubjana-Zagabria-Belgrado-Sofia. Il nostro scopo non era però questo itinerario, ma solamente l’inizio di un Interrail durato un mese per i paesi dell’est…
    se ti serve qualche dritta o vuoi saperne di più dimmi pure! 😀
    …ti consiglio comunque di farlo almeno una volta, a me l’idea dell’ “Orient express” mi attirava moltissimo!!!

    #16966

    Chris
    Partecipante

    Grazie, sapevo che qualcuno questo tragitto prima o poi lo tirava fuori! A me i paesi dell’est affascinano tantissimo, non è che potresti dirmi esattamente che itinerario avete seguito e in quali città vi siete fermati? Ce ne sarebbero così tante ed è difficile scegliere quali conviene vedere…ovviamente poi ognuno si fa l’itinerario che più preferisce però qualche dritta non fa mai male! Ciao

    #16967

    ildottorgonzo1979
    Partecipante

    Si, in effetti l’itinerario è molto soggettivo, inanto posso accennarti il nostro.
    Come ti dicevo l’obiettivo della visita non erano i balcani ed i paesi lungo la via di istambul, perciò ho ben poche dritte da darti. Noi avevamo un pass intar-rail globale e volevamo visitere diverse città di diversi paesi, nel tempo totale di un mese. All’andata, proprio perchè diretti come prima tappa ad Istambul ed avendo il treno pagato, siamo andati via terra dalle marche abbiamo impiegato 3 notti e 2 giorni di treno per arrivare, l’unica tappa è stata una giornata a Sofia. Il tragitto te l’ho detto Trieste-Ljubjana-Zagabria-Belgrado ma solo come via di accesso.
    Il nosro itinerario di viaggio è stato: Sofia-Istambul-Veliko trnovo(Bulgaria)-Bucarest- Budapest- Praga – Cracovia (e dintorni)- Berlino -Italia. In alcune di queste ci siam fermati diversi giorni, altre meno dipende da cosa c’era da vedere. Abiamo sfrutato i colegamenti notturni tra di loro per non perdere giornate a viaggiare. La via dell’orien express presa al’andata è stata molto affascinante: ti permette di vedere lentamente tutto lo scorere dell’europa fino al suo confine con l’asia! E’ stata una bellissima esperienza ma il viaggio iniziale non lo riferei 😉 ..davvero massacrante! Il tuo progetto di arivare ad Istambul per lo stesso tragitto ma con le tappe mi sembra perfetto! Non saprei consigliarti molti posti, ma penso che le capitali che ti ho scritto sopra siano un must almeno per 1notte/2giorni (io ho visto solo Ljubjana e Sofia). Se ci vai fai sapere qualcosa su questo tragitto, in particolare mi interessa Bosnia e Serbia dove vorrei prima o poi andare per bene.
    Buona fortuna! 😀

    #16968

    Chris
    Partecipante

    Ho trovato un libro scritto da un professore di italiano che ha fatto questo tragitto in bici insieme a Sergio Muniz ed Altan. Ci hanno impiegato 18 giorni ad arrivare fino ad Istanbul da Trieste, evitando le zone più trafficate e più frequentate dai turisti con una media di quasi 100 Km al giorno pedalando. Sembrerebbe molto bello anche perchè ti permetterebbe di visitare anche la parte naturalistica di quelle zone che rimangono in molte parte ancora intatte. Però 100 Km in bici non ce la farei mai.

    Questo il sito dove si può anche leggere tutto il diario di viaggio che poi è diventato libro e l’itinerario
    http://www.bulgaria-italia.com/bg/info/viaggi/emilio.asp

    E questo è l’itinerario in file KMZ da aprire con google earth (non avevo niente da fare :D)

    http://www.hostfiles.org/download.php?id=A1C338EA

    #16969

    puppet
    Partecipante

    Una cosa del genere la voglio fare in moto tra un mese.

    Pubblico qui l’itinerario che ho postato sul forum del mio motoclub http://www.tingavert.it

    Mercoledì 6 Agosto

    Per la partenza: ritrovo alle 8.00 alla stazione di servizio di Bazzera Sud, detta “Il Cubo” situata pochi chilometri dopo il casello di fine autostrada / inizio tangenziale di Mestre Venezia. La stazione di servizio è facilmente riconoscibile da un’enorme struttura di tubi innocenti fatta, appunto, “a cubo” e si trova immediatamente prima dell’uscita per Aeroporto/Jesolo/Belluno.

    Da qui si prosegue e si prende l’autostrada fino a Trieste. A Basovizza passiamo il confine con la Slovenia. Prevedo che ci sia una coda generosa…

    Di autostrade non ne faremo più. Passato il confine ci dirigiamo verso Rijeka, attraverso la statale E61, che sembra separare l’Istria dal resto del continente.

    Passata Rijeka la E61 diventa E65, e segue tutta la costa della Croazia.
    La seguiamo fino a Trogir, cittadina (a quanto pare) fondata dalla Serenissima, dalla vaga aria Veneziana e vocazione balneare. Qui ci fermiamo a dormire, mangiare e bere.

    Giovedì 7 Agosto

    Partenza alle 8.00. Percorrendo ancora la E65 attraverseremo un piccolissimo tratto di Bosnia (circa 10 km), e proseguiremo fino a Dubrovnik. Ho percorso questo tratto in macchina qualche anno fa (forse cinque o sei), e per quel che mi ricordo è molto panoramico e le strade sono tenute bene. Questa è la parte più ricca della ex-Jugoslavia, che basa la propria economia sul turismo. Si mangia bene ed a buon mercato sia la carne (ho adorato il loro capretto allo spiedo!) che il pesce.
    Dubrovnik è una bellissima città fortificata, un cui vale la pena perdersi per qualche ora.

    Passiamo la notte a Dubrovnik, in un campeggio o un affittacamere.

    Venerdì 8 Agosto

    Ora comincia la prima parte tosta del viaggio. La strada percorsa fino ad ora è ricca, turistica e “truccata”, ora ci dirigiamo nell’entroterra.

    Da Dubrovnik abbiamo due possibilità,

    # percorrere a ritroso la E65 per un’ottantina di chilometri per prendere l’intersezione con la E73, attraversare il confine con la Bosnia Erzegovina ad Opuzen, continuare per Mostar e di qui arrivare a Sarajevo.

    # passare il confine con la Bosnia Erzegovina a Donji Brat, a cinque chilometri da Dubrovnik, qui seguire una strada regionale (dovrebbe essere la E762) che passa Trebinje, Bileca, Avtovac, attraversa il Parco Nazionale del Sutjeska, passa per Ocrkavlje, Dobro, Poljee poi arriva a Sarajevo.

    Sicuramente la prima opzione, passando per una strada di grande comunicazione, è più turistica e più “sicura”, mentre la seconda ci permetterà di vedere la Bosnia più vera. In entrambi i casi ci allontaniamo dalla costa e dalla Croazia, e quindi dai soldi, dal turismo di massa e dalle cose che “ci somigliano di più”…

    A Sarajevo troviamo un posto per passare la notte.

    Sabato 9 Agosto

    Partenza ore 8.00. Anche da Sarajevo a Belgrado, in cui ci incontreremo con il gruppo di Filippo, ci sono due diverse opzioni. Si percorrono sempre strade regionali quindi, si suppone, abbastanza ben tenute. Da Sarajevo si prende la E73 fino a Podromanija, poi le due opzioni sono:

    # Si prosegue per la E73, si passa il confine entrando in Serbia a Zvornik, si attraversa Loznica e di qui, dopo 83 chilometri, si arriva all’autostrada E70che ci porterà a Belgrado.

    # Da Podromanija si prende la E761 che passa per Rogatica, Visegrad, attraversa il confine ed entra in Serbia a Vardiste, direzione Uzice dove la E761 si unisce alla E763. A Preljina, dopo una quarantina di chilometri, le due strade si dividono di nuovo, noi prenderemo la E763 per Goprnji Milanovac. La E763 ci porterà fino a Belgrado.

    A Belgrado ci si incontra con l’altro gruppo, e, spero, si avrà l’occasione di ascoltare un po’ di buona musica in qualche bettola, visto che la mia cara amica Sladjana, di Belgrado, dice che lì c’è musica ovunque…

    Domenica 10 Agosto

    Mattinata in giro per Belgrado.

    Da Belgrado a Sofia sono circa 400 km. Si percorre l’autostrada E75 fino a Nis, qui si prende la E80, si passa il confine con la Bulgaria a Dimitrovgrad e dopo 55 chilometri si è nel centro della capitale Bulgara.

    Lunedì 11 Agosto

    La strada fino ad Istanbul si preannuncia diritta e “smanettonamente” parlando, noiosa… quindi evitiamo alla grande le autostrade (E80), ma prendiamo una provinciale che la costeggia, e che, dopo la frontiera di Svilengrad, in territorio Turco, prenderà il nome di E87 e ci porterà fino ad Istanbul(già Costantinopoli ;-))

    Martedì 12 Agosto

    Ripercorriamo a ritroso la strada fatta il giorno prima fino a Babaeski, qui prendiamo il tratto della E87 che vira a Nord, attraversa la frontiera poco dopo Derekoy e ci porta verso il Mar Nero. Vedremo le sue acque a Carevo. Qui la strada prosegue a Ovest, e ci fermiamo a Burgas.

    Mercoledì 13 Agosto

    Partiamo da Burgas e ci dirigiamo verso Varna e, seguendo la costa, entriamo in Romania attraverso la frontiera a Vama Veche, arriviamo a Costanza. Eventualmente potremmo fermarci una cinquantina di chilometri prima di Costanza, presso Mangalia, ci sono molti campeggi, e magari, per quelli di noi che apprezzano, possiamo prendere un po’ di sole.

    Giovedì 14 Agosto

    Se dobbiamo evitare le autostrade lasciamo da parte anche Bucarest, e prendiamo la E60 fino ad Urziceni, di qui la E85 che vira ad angolo retto a Nord, passa per Buzau, Focsani, Adjud, Bacau, Roman, poi svolta a Nord/Ovest verso Suceava. Da qui in 50 km si arriva a Radauti. Putna dista una ventina di chilometri di strade discretamente tenute e villaggi pittoreschi.

    Venerdì 15 Agosto

    Motoraduno di Putna ed itinerari del motoclub locale.

    Sabato 16 Agosto

    Motoraduno di Putna ed itinerari del motoclub locale.

    Domenica 17 Agosto

    Da Radauti ci si dirige verso Cimpulung Moldovenesc, attraverso una godibilissima e bellissima strada tutta curve. Qui si prende la E576 (strada bruttissima con dei tratti quasi sterrati!). Passiamo Vatra Dornei, Bistrita, Cluj-Napoca. Di qui le strade migliorano moltissimo (E60), e, a parte pochi tratti, sono ben tenute. Attraversiamo il confine presso Oradea, continuiamo con la E60 attraversando le pianure Ungheresi fin quasi a Budapest. Qui si deve (in qualche modo…) prendere la E71 verso Szekesfehervar, e poi verso il Lago Balaton.

    Szekesfehervar è un punto di svolta, in quanto qui si può decidere se fermarsi sulla riva a Nord o quella a Sud del Lago. Qui ci fermeremo a dormire.

    Settimana successiva

    Di qui, cartina alla mano, improvviserei, a seconda di quanto piatto si sia fatto il nostro culo, e di quante gomme abbiamo. Dal Lago Balaton si può tornare in Italia passando per la Croazia o per la Slovenia, oppure addirittura girando per l’Austria e passando il Brennero! Comunque da qui in poi è un gioco da ragazzi, le strade Ungheresi non hanno niente da invidiare a quelle (per esempio) tedesche, solo che, per esperienza, sono un pochino noiose… non fosse che la campagna Ungherese è davvero bella!

    #16970

    mario
    Partecipante

    Ciao ildottorgonzo1979 volevo chiederti un’informazione…mi piacerebbe fare il tuo stesso percorso in treno però fermarmi ad istanbul ed eventualmente una o due tappe lungo il viaggio…dici che in una settimana è fattibile?devo fare comunq biglietto interrail o ci sono altre soluzoni?
    grazie mille

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.