Dormire spendendo poco

dormire spendendo poco

Oltre ai campeggi, le soluzioni più economiche per dormire spendendo poco sono offerte dagli ostelli. Sono presenti ormai in innumerevoli paesi, anche extraeuropei, e sono meno spartani di quanto si possa immaginare. Molti di essi offrono ormai anche camere doppie o singole, prime colazioni, possibilità di usufruire della cucina e, addirittura, di piscina, in paesi quali Australia, Nuova Zelanda, Sud Africa o USA.
Gli ostelli sono un prezioso punto d’incontro tra viaggiatori di ogni dove, una miniera per lo scambio reciproco di informazioni sui posti visitati (imprevisti, luoghi da evitare o da visitare assolutamente, etc.) più aggiornate di una guida turisitica e, soprattutto, il luogo migliore dove socializzare per stringere nuove amicizie e magari trovare un nuovo compagno di viaggio.

Esistono due tipi di associazioni internazionali di ostelli:

1) HOSTELLING INTERNATIONAL , il cui sito offre informazioni sulle singole associazioni nazionali, su come iscriversi ma non gli indirizzi dei singoli ostelli. Utile il discount database con elencati tutti gli sconti paese per paese su musei, ristoranti, etc. a cui hanno diritto i soci. Della stessa associazione esiste anche il sito italiano con l’elenco di tutti gli ostelli nel nostro paese.

2) BACKPACKERS, ostelli indipendenti con meno regole e con più viaggiatori indipendenti rispetto agli ostelli IYHF. Diffusi soprattutto nei paesi di madrelingua inglese (USA, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Sud Africa, Regno Unito).

Per prenotare gli ostelli via internet i siti di riferimento più utilizzati sono:

HOSTELBOOKERS.com

HOSTELWORLD.com

Negli ultimi anni, Internet ha incrementato la concorrenza tra alberghi a livello internazionale con una conseguente riduzione dei prezzi che in alcuni casi possono competere perfino con quelli degli ostelli o bed and breakfast. A tal proposito suggerisco di consultare TRIVAGO, un portale europeo di ricerca e confronto prezzi di alberghi in tutto il mondo che si rivela essere strumento prezioso per prenotare una sistemazione al miglior prezzo disponibile.

Una possibilità di pernottare gratis o, comunque, di conoscere la gente del posto lo offre COUCH SURFING, un sito sempre più poplare tra i backpacker, che riunisce tutte quelle persone che vivono in ogni angolo del nostro pianeta disposte a dare ospitalità, vuoi per un semplice caffè e fare quattro chiacchiere oppure concedere pernottamento anche gratuito a casa propria! E’ un ottimo modo per conoscere dal vivo la gente del paese che si intende visitare per addentrarsi meglio nella realtà del posto e stringere nuove amicizie!

Per chi considera anche gli ostelli una sistemazione “dispendiosa” ecco una curiosa ultima spiaggia:

THE BUDGET TRAVELLER’S GUIDE TO SLEEPING IN AIRPORTS, una vera guida che illustra come e dove dormire negli aeroporti di tutto il mondo. Utile per chi vuole proprio risparmiare fino all’osso oppure per chi è alle prese con una lunga coincidenza aerea. Il sito fornisce pure utili consigli su come dormire (se proprio si riesce!) negli aeroporti e si avvale della collaborazione degli stessi viaggiatori che l’hanno sperimentato! Da vedere!

Commenti

commenti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someonePrint this page